FOLLOWERS del mio blog

lunedì 5 settembre 2016

Donkey dolls: l'asinello che decise di andare a SCUOLA!!

Oggi incomincio con una storia.....




18 Mar 2016
Un giorno lontano, agli inizi di settembre, un asino, affaticato per il peso della soma che portava in groppa e assetato, andò a bere ad un ruscello e vide molte volpi che correvano tutte in una direzione, con uno zaino sul dorso.
Una di loro chiese all’asino, per prenderlo in giro: “Ascolta, quanto fa uno più uno?”
L’asino, meravigliato per la domanda, rispose: “No, non credo di saperlo! Forse cinque, forse sette, forse tre. Non lo so!”
La volpe saccente scoppiò a ridere: “Ah, ah, ah, ah! Sei proprio un ignorante! Sei buono soltanto a trasportare carichi pesanti!”
Allora l’asino pensò di cambiare mestiere e, per diventare anche lui uno studente, decise di recarsi alla scuola degli animali per iscriversi e frequentare le lezioni. 

Arrivato in segreteria, la segretaria gli chiese:
 “Mi dica il suo nome”. 
“Ciuchetto” rispose l’asino.
“Cognome”.

“De Asinelli”.


“Ok. Venga domani sempre qui e si ricordi di portare il materiale necessario”, puntualizzò la segretaria. 

Così Ciuchetto tornò a casa e si procurò tutto l’occorrente, tranne lo zaino! Allora andò in cantina e trovò un bello zaino, di color blu.

Il giorno successivo andò a scuola e, proprio nella sua classe, c’era la volpe che lo aveva insultato. Si chiamava Pelorosso.


Allora Ciuchetto la sfidò: “Scommettiamo che divento più sapientino di te?” La volpe, molto sicura di sé, accettò dicendo: “Va bene, scommettiamo pure! Se vinci tu, non ti insulterò più, ma se vinco io tu dovrai servirmi e riverirmi!”
“Ok. Ci sto” confermò l’asino.

Il giorno dopo, a scuola, fu interrogata prima Pelorosso e riuscì a superare brillantemente l’interrogazione. 
Poi arrivò anche il turno di Ciuchetto che, non avendo mai studiato e non essendo neanche abituato a studiare come si deve, non era preparato per niente.
Infatti, poverino, non riuscì ad aprire bocca e dovette accettare l’amara sconfitta.
Avendo perso la scommessa, l’asino dovette servire e riverire la volpe per un bel periodo di tempo. 
Successivamente Ciuchetto tornò ad essere un animale da soma e si dedicò di nuovo al trasporto di carichi pesanti.
La favola ci insegna che ognuno si deve dedicare a ciò che sa fare bene.

Bella vero??! 

ho trovato questa favola in rete, era adattissima per questo post!!


Vi invito caldamente ad andare a visitarlo!!
E' un sito dedicato alle scuole e che annualmente
indice un concorso a cui si accede tramite iscrizione.

Le scuole vengono suddivise per categoria,
partendo dalla scuola dell'infanzia, la scuola primaria e la scuola media.

Sul portale troverete i vincitori dei concorsi precedenti
e avrete la possibilità di leggere i racconti
che hanno vinto nelle passate edizioni,
e chissà, magari potreste suggerirlo alle insegnanti del vostro plesso!!

Io ci tornerò di tanto in tanto per proporvi qualche altra storia,
oggi mi è stata utile per presentarvi il ciuchino scolaro
che ho realizzato per Thomas che proprio oggi torna all'asilo!!!
Lui adora i pupazzi e li custodisce gelosamente.

Qui si vedono i particolari del colletto, dei pantaloncini e naturalmente del grembiulino per andare all'asilo!!


Approfitto per augurare a tutti i bimbi 
un Buon anno scolastico!!! 


Un abbraccio, Gabry

14 commenti:

  1. ma che carino che è!
    Comunque ho ripreso a scrivere sul mio blog, sarei felicissima se passassi a vedere cosa ho combinato in questo paio di mesi!
    Luisa

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia!!! Io adoro gli asinelli e trovo questo troppo tenero. Sei davvero bravissima!! Baci!

    RispondiElimina
  3. Cara Gabriella, bello veramente questo asinello, ora che presto iniziano le scuole, questo asinello sarà bello vederlo. Ciao e buona settimana cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. che bella storia!!!!E che dire dei tuoi asinelli???Straordinari, sei bravissma!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  5. Troppo simpatico questo asinello! Bella anche la storia!
    Un abbraccio
    Monique

    RispondiElimina
  6. é muito lindo !!
    muito alegre indo para a escola !!
    :o)
    grande abraço.

    RispondiElimina
  7. Da tanto tempo mi riprometto di provare a cucire un qualche animaletto,
    ma ancora non sono riuscita a trovare il tempo.Grazie per la storia, sei
    stata bravissima l'asinello è stupendo curato nei minimi particolari.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  8. Che simpatico...complimenti sei molto brava!
    buona settimana

    RispondiElimina
  9. oltre che a cucire sei brava anche a scrivere racconti..complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. Bonita historia la del burro.Me gusta mucho, te ha quedado lindisimo!!! me encanta como lo has uniformado, felicidades por el trabajo.Besicoss y buena semana.

    RispondiElimina
  11. che favolaaa!!!! sia il racconto che l'asinello, mia figlia se n'è innamorata, bravissima!
    carmen

    RispondiElimina
  12. Io amo i tuoi pupazzi!!! Che poi dire pupazzi è sbagliato, hanno un'anima!! bravissima è meraviglioso!! Bacione e buon fine settimana
    Sy

    RispondiElimina

GRAZIE PER AVER VISITATO IL MIO BLOG
I VOSTRI COMMENTI MI FANNO MOLTO PIACERE!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...